Home page

“Abbiamo un team di professionisti provenienti da primarie istituzioni finanziarie e industriali, con esperienza consolidata nella consulenza strategica e industriale e in operazioni di finanza straordinaria”

Isidoro Lucciola

Isidoro LucciolaFondatore e Presidente di Lucciola & Partners, è CEO di Appeal Strategy & Finance e Presidente di Loan Agency Services e Factor@Work.

In precedenza, è stato Partner della società di consulenza strategica Value Partners e responsabile di VP Finance, Managing Director di Grapes Communications, Direttore Finanza e Sviluppo di Acea, Condirettore ed Assistente dell’Amministratore Delegato di Mediocredito Centrale (attualmente Unicredit Mediocredito Centrale), Vice President di Chemical Bank (attualmente JP Morgan Chase) e Contract Manager di Snamprogetti (attualmente Eni Saipem).

Ha negoziato in rappresentanza del sistema bancario e imprenditoriale italiano accordi internazionali di ristrutturazione del debito con la Russia (“London Club of Creditors”, anche in rappresentanza di altri paesi del Sud-Europa) e altri Stati, è stato membro di commissioni governative, professore universitario di finanza internazionale presso l’Università di Urbino, docente in numerosi MBA, consigliere di amministrazione di società quotate e ottenuto ricononoscimenti internazionali per operazioni finanziarie quali “Deal of the Year” da Euromoney.

 

Riccardo Carradori

Riccardo CarradoriPartner. In precedenza, è stato Amministratore Delegato di Coface Assicurazioni (Gruppo Natixis) e della società Italiana di Rating e Recupero Crediti del Gruppo, nonché Presidente della società Italiana di Factoring del Gruppo.

È stato Vice Presidente e Amministratore Delegato di Comau Estil UK, società inglese parte del Gruppo Comau (Gruppo Fiat Chrysler Automobiles), che sviluppa e realizza processi di automazione, soluzioni e servizi di produzione ed è specializzato in robot di saldatura.

È stato, inoltre, CFO e poi Amministratore Delegato di Italtractor ITM S.p.A. (ex Gruppo IRI-Finmeccanica) operante nel settore della meccanica pesante, in cui ha gestito un percorso di ristrutturazione e rilancio, culminato con la rinegoziazione di un Bond da 100 milioni di Euro in default, un “reverse take-over” e la quotazione del nuovo Gruppo Titan/ITM all’AIM (LSE).